Blog

Risotto alla crema di finocchi con tartare di tonno al profumo di limone

Un risotto delicato e molto gustoso dove il finocchio si sposa bene con il tonno, due gusti

diversi ma ben bilanciati.

Ingredienti per 4 persone:

280 gr di riso integrale

2 finocchi

1 porro

120/150 di tonno fresco, abbattuto

Sale qb

Olio 40 gr

Pepe qb

Timo limonato fresco un mazzettino

Preparazione

Lavate ben bene i finocchi, tagliateli a pezzetti, affettate il porro e soffriggetelo con l’olio evo. Aggiungete i finocchi, fate insaporire, aggiungete l’acqua calda, devono essere coperti dall’ acqua, il sale e cuocete fino a che non si sono ben cotti.  Ora frullate con un frullatore ad immersione e setacciate la crema con un colino a maglie strette. Mettete a bollire un litro di acqua con gli scarti del finocchio e del porro, sono sufficienti 10 minuti di bollitura, questo sarà il brodo di cottura del risotto.

Tagliate a tartare la fetta di tonno, copritela con pellicola e mettetela in frigo.

Lavate e tritate il timo limonato.

Fate tostare il riso a secco quindi iniziate a sfumare con il brodo, dopo 10 minuti di cottura e di aggiunta del brodo, aggiungete metà della vellutata e mescolate, portate a fine cottura il riso quindi, 5 minuti prima di spegnere la fiamma, aggiungete il resto della vellutata e mescolate, spegnete, mantecate con l’olio evo ed una parte del timo limonato.

Servite il risotto all’ onda ed adagiatevi sopra la tartare di tonno, una spolverata di timo limonato ed il pepe nero macinato al momento.

Pepite di zucchine light

Un secondo sfizioso, leggero, sano e vegetariano che trova il consenso anche dei bimbi.

Per 12 pepite circa:

 4 zucchine romanesche medie

1 uovo grande

4 cucchiai di parmigiano

60 gr fette di pane integrale io ho usato quelle in cassetta bio

Sale qb

30 gr di olio evo

Un ciuffetto di erbette: 2 foglie di basilico, 2 di mentuccia, 2 rametti di timo limonato

Pangrattato qb per la panatura

Semi di zucca facoltativi

Preparazione:

Lavate asciugate e grattugiate le zucchine con una grattugia  a maglie medie, ponetele per una ventina di minuti in un colino posto sopra una ciotola, salatele leggermente e lasciate che perdano la loro acqua di vegetazione  quindi  strizzatele con un cucchiaio e trasferitele in una ciotola unite l’uovo battuto, il parmigiano grattugiato, il pane sbriciolato, le erbette tritate,  il sale poi impastate il tutto ed amalgamate per bene con le mani, risulterà un impasto molto morbido, fate  delle  polpette  che schiaccerete e passerete nel pangrattato aromatizzato con un po di erbette.

Ponete le pepite su una placchetta rivestita con carta da forno,  se vi piace  inserite  sopra dei semi di zucca, irrorate le pepite con l’olio evo e cuocete in forno preriscaldato ventilato a 180° per 25 minuti circa o comunque fino a che vedrete che saranno cotte e dorate in superficie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Spaghetti con tonno rucola e bottarga

Questo è il piatto delle vacanze, a casa mia di solito lo cuciniamo il primo giorno di vacanze in Sardegna, molto semplice da preparare e senza pretese ma… tanto tanto buono.

Ingredienti per 2 persone:

Spaghetti 180

Tonno sott’olio 160 gr. di alta qualità

Rucola un mazzetto

Bottarga grattugiata qb, va bene sia quella di tonno che quella di muggine

Aglio 1 spicchio

Olio evo qb

Sale qb

Peperoncino secco 1

Olive di gaeta una dozzina

 Vino bianco qb per sfumare

Pepe nero macinato fresco qb

Preparazione:

Fate un soffritto con olio, aglio e peperoncino, quando l’aglio si è d’orato, sfumate con il vino bianco, fate evaporare e mettete il tonno sgocciolato, fate insaporire per pochi minuti infine spegnete.

Lavate ed asciugate la rucola.

Fate cuocere gli spaghetti in acqua salata, scolateli al dente e metteteli nella padella con il condimento, saltate e spolverate con la bottarga, aggiungete la rucola e le olive poi spegnate e coprite con il coperchio per 1 minuto, mescolate gli spaghetti ed impiattate spolverando con altra bottarga.

 

 

 

 

Fusilli di farro al Pesto di zucchine

Questa ricetta è una versione light di quella che ho già pubblicato nella rubrica “presto fatto” ed ha come variante le zucchine crude.

Se non state seguendo diete alimentari molto rigide, utilizzate l’olio a vostro piacimento.

 

Ingredienti per 4 persone:

2 zucchine romanesche col fiore

1 mazzo di basilico

olio evo 40 gr.

20 mandorle crude

4 cucchiai di parmigiano

4 cucchiai di pecorino

Sale qb

1 spicchio di aglio senza anima

Mandorle a lamelle 20 gr. da usare dopo aver impiattato

280 gr di fusilli di farro.

Naturalmente per questo piatto ho usato prodotti biologici.

 

Preparazione:

Staccate i fiori e metteteli da parte.

Lavate ed asciugate le zucchine, fate lo stesso con il basilico quindi mettete tutti gli ingredienti nel bicchiere e frullate con un frullatore ad immersione o quello che avete.

Preparazione della pasta:

Sciacquate i fiori delle zucchine, eliminate il pistillo, tagliate i petali a julienne e tostate le lamelle di mandorle in un padellino.

Portate ad ebollizione l’acqua e fate cuocere la pasta, io ho usato i fusilli di farro, raggiunta la cottura scolatela e versatela in una grande ciotola dove la mescolate col pesto mettendo un giro di olio evo, impiattatela aggiungendo sopra ad ogni porzione un po’ di julienne di fiori e di lamelle di mandorle. Buon appetito.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cous cous con crema di peperoni e ortaggi di stagione

Con la bella stagione uno degli ingredienti principi a casa mia è il cous cous

Oggi lo propongo in versione integrale con verdure ed ortaggi di stagione.

Ingredienti per persone 4 persone

280 gr di cous cous integrale

1 peperone rosso

2 zucchine

Un mazzo di asparagi

Erba cipollina qb

Basilico qb

Mentuccia qb

Paprica qb

Curcuma qb

Olio evo 40 gr

Sale qb

Scorza di limone grattugiata facoltativa.

Preparazione:

Lavate e cuocete su una placca con carta da forno il peperone a 200° per 15 minuti, quindi spegnete e fatelo raffreddare in forno quindi spellatelo e frullatelo con un minipimer ed un cucchiaio di olio.

Fate rinvenire il cous cous con 400 ml di acqua bollente e coprite per 5 minuti.

Passati i 5 minuti di riposo condite il cous cous con la paprica, la curcuma e la crema di peperoni.

Tagliate le punte di asparagi, tagliate prima a fette e poi a fiammiferi le zucchine, portate a bollore l’acqua e fate scottare prima le zucchine e poi gli asparagi, devono rimanere entrambi croccanti.

Scolate e passate gli ortaggi nell’acqua fredda quindi uniteli al cous cous ed unite il rimanente olio con le erbette. Fate riposare una mezz’oretta in frigo.

 Servite con una grattata di scorza di limone.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quando la campagna incontra il mare

Vi presento una variante del sugo alla “Sabrina” ve la propongo con i frutti di mare ed ecco che cambia pelle per diventare un’altra cosa.

Un piatto che non ti stanchi mai di mangiare, infatti un boccone tira l’altro.

Ingredienti per 4 persone:

1 Melanzana lunga nera,

½ Peperone giallo

½ peperone rosso

½ peperone verde
1 zucchina romanesca

400 gr di cozze

200 gr di calamari

4 gamberoni  

1 cipolla

1 spicchio di aglio

20 pomodori datterini

Qualche gambo di prezzemolo

Qualche foglia di basilico e di mentuccia

olio evo qb

Pepe macinato fresco facoltativo qb

400 grammi di pasta fresca, io ho usato i fusilli integrali, se usate la pasta secca 320 gr sono sufficienti.

Preparazione:

Lavate asciugate e tagliate a tocchetti gli ortaggi, poneteli in una ciotola capiente, affettate la cipolla, irrorate con l’olio evo e aggiustate di sale.
Rivestite la placca del forno con carta da forno, disponetevi gli ortaggi, portate il forno a 200 gr ventilato e fate cuocere gli ortaggi per 20 minuti.

Pulite i calamari, lavateli sotto l’acqua corrente, eliminate le conchiglie trasparenti, eliminate la pelle e risciacquateli per eliminare eventuali residui dalle sacche, separate i tentacoli dalle sacche, tagliateli ad anelli.

Pulite le cozze per bene, in un tegame fatele aprire a fiamma alta, spegnete, fatele raffreddare un po’ e dopo sgusciatele, filtratele e conservatele nella loro acqua.

Sciacquate i gamberoni, togliete teste e carapaci ed il filetto nero, io li ho divisi in due parti ciascuno.

In una padella soffriggete olio, aglio, peperoncino e cuocetevi i calamari per pochi minuti quindi tirateli vie teneteli in caldo.

Nella stessa padella aggiungete qualche rametto di prezzemolo poi sfumate con il vino bianco, aggiungete i pomodori datterini precedentemente lavati asciugati e tagliati in due poi coprite col coperchio e fate cuocere a fiamma bassa per 5 minuti, unite le teste dei gamberoni, l’acqua delle cozze e fate cuocere per altri 10 minuti, togliete le teste dei gamberi ed accorpate gli ortaggi, fate insaporire, spegnete ed unite i gamberi, coprite col coperchio.

In una pentola portate a bollore l’acqua, cuocete i fusilli freschi integrali o la pasta che avete scelto di usare, in entrambe i casi cuocetela al dente.

 Scolate la pasta, versatela nella padella con il sugo, unite anche le cozze, i calamari, le erbette sminuzzate e saltate.

Se gradite servitela con una spolverata di pepe nero.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tris di cereali con ceci e zucchine al profumo di limone.

Un piatto completo dove proteine e carboidrati sono bilanciati, arricchiti e profumati da ortaggi e profumi di primavera.

Un piatto creato per me dalla mia cugina del cuore quindi scritto a quattro mani.

Ingredienti per 4 persone:

280 gr di mix di cereali, abbiamo usato farro ed orzo e riso.

2 zucchine romanesche

125 gr di ceci bio

1 scalogno

Olio evo 40 gr

1 litro di brodo vegetale

Scorza di 1 limone

Sale qb

Preparazione:

Lavate e tagliate rondelle le zucchine.

Fatele rosolare con lo scalogno e due cucchiai di olio evo quindi aggiungete il mix di cereali, tostate ed iniziate ad irrorare con il brodo vegetale, 3 minuti prima della fine della cottura accorpate i ceci precotti e sgocciolati.

Finita la cottura, spegnete e mantecate con il rimanente olio evo.

Impiattate e grattate la scorza del limone prima di servire.

Risotto integrale con scalogno, asparagi e zafferano

E’ un risotto molto light quello che vi propongo, l’unico grasso usato è l’olio evo. In questa ricetta non ho potuto usare alcun tipo di formaggio, ne stagionato e ne morbido perché devo rispettare il regime di calorie della mia dieta ma se voi potete osare…osate e sbizzarritevi!  Vi assicuro che anche light è molto gustoso e goloso!… Provare per credere!

Ingredienti per 4 persone:

280 gr di riso integrale

6 scalogni

Un mazzo di asparagi selvatici

40 gr di olio e evo

0,10 gr di zafferano in polvere o se avete in stimmi anche meglio

Sale qb

Pepe nero macinato al momento qb

 

Preparazione:

Sbucciate gli scalogni, la buccia e gli scarti sciacquateli e metteteli in un tegame.

Lavate e spezzate al punto di rottura gli asparagi, tagliateli a tocchettini e mettete da parte le punte.

Usate le parti scartate degli asparagi   insieme alle bucce degli scalogni, aggiungete 1 litro di acqua e fate bollire, sarà il brodo vegetale del risotto.

In un tegamino fate rosolare gli scalogni con due cucchiai di olio, aggiungete un paio di cucchiai di brodo, abbassate la fiamma e fate stufare.

In un tegame tostate il riso a secco per qualche minuto quindi aggiungete gli scalogni ed i tocchetti di asparagi ed iniziate ad irrorare con il brodo… procedete cosi fino a fine cottura, all’ultimo mestolo di brodo versate lo zafferano.

Spento il risotto, inserite le punte degli asparagi, i due cucchiai di olio evo rimanenti e mantecate.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Filetto di orata alle sette erbe con crema di peperoni

Ricettina sfiziosa, leggera ed appagante, ho usato le erbe fresche dei miei vasetti.

Ingredienti per una persona

200 gr di filetti di orata

1 peperone rosso medio

1 peperone giallo

Mazzettino composto da: mentuccia, rosmarino, timo limonato, erba cipollina, origano fresco, prezzemolo e santoreggia.

qulche filo di erba cipollina per la decorazione.

olio evo 10 gr

sale q

preparazione:

mettete in forno a 200 gr i peperoni fino a che la pelle non si è sollevata poi toglieteli dal forno e chiudeteli con la stagnola fino a che non si freddano quindi spellateli.

Tenete da parte soltanto un filetto di peperone giallo che taglierete a strisce sottili, il resto frullatelo con un cucchiaino di olio evo ed il sale.

Sciacquate il pesce, adagiatelo su carta da forno e poggiatevi sopra il trito di erbette quindi chiudete il pesce dentro la carta da forno a formare un cartoccio, fate cuocere a 200 gr per 15 minuti.

Impiattate, adagiate il filetto sul piatto, mettete la crema di peperoni in un saccapoche e fate dei ciuffetti attorno al pesce adagiate le strisce di peperoni giallo sul filetto di pesce e dei fili di erba cipollina sui ciuffi di peperoni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Tortino di crespelle di fave con salsa al pecorino e guanciale croccante

Un esperimento riuscito alla grande, molto gustoso e saporito, provare per credere!!!!

Ingredienti per 4 persone.

Per le crepelle di fave:

130 gr di fave sgusciate e lessate

75 gr di farina 00

2 uova piccole

140 ml di latte

40 ml di acqua

 

Per la besciamella al pecorino:

150 gr di pecorino romano grattugiato

 litro di latte intero 

60 gr di burro

60 gr di farina bianca “00” 

noce moscata 

sale

1 uovo

 

160 gr di guanciale cubettato

70 gr di fave sgusciate e lessate          

40 gr di parmigiano grattugiato

pepe qb

burro per imburrate lo stampo.

 

Preparate la besciamella:

sciogliete il burro in una casseruola a fuoco dolce, incorporate la farina, mescolate e fate cuocere il roux fino a farlo diventare dorato.

Aggiungete man mano il latte, (io lo inserisco a temperatura ambiente) girate con una frusta per evitare che si formino i grumi.

Cuocete il composto a fuoco molto basso mescolando continuamente fino a far addensare la salsa. Infine salate ed aggiungete il pepe e la noce moscata.

Incorporate il pecorino alla besciamella calda e mescolate accuratamente per amalgamare gli ingredienti. 

Incorporate l’uovo quando la besciamella si è freddata.

Sbucciate e lessate le fave dopo con un minipimer frullatele con il latte e l’acqua. Con una frusta elettrica incorporate la farina e le uova, unite un pizzico di sale poi fatela riposare per una mezz’ora in frigorifero.

Nel frattempo fate rosolare il guanciale fino a farlo diventare croccante, sfumate con il vino, fate evaporare e aggiungete le fave sgusciate e lessate poi insaporire e spegnete.

Imburrate una padella antiaderente di 20 cm di diametro, scaldatela su fiamma bassa, versatevi un mestolo di pastella e distribuitela per tutta la padella e fatela rapprendere infine giratela e fatela cuocere dall’altro lato.

Preparate allo stesso modo le altre crespelle: dovreste ricavarne almeno 4.

Imburrate uno stampo a cerniera di 18 centimetri, adagiatevi una crespella, distribuite un pò di guanciale croccante con le fave, la besciamella e una spolverata di parmigiano procedete cosi fino a finire le crespelle ed i condimenti.

Cuocete a 200 gradi per 15/20 minuti.

Sformate e servite su un piatto da portata.

Questo slideshow richiede JavaScript.