Adoro i Falafel e mi ero sempre ripromessa di pubblicare la ricetta, quella che vi propongo è la ricetta classica diffusa in Israele, con la sola variante del prezzemolo al posto del coriandolo e la panatura di pangrattato che li rende ancora più croccanti fuori.

E’ il piatto street-food del Medio Oriente più conosciuto.

 In Italia è molto apprezzato e spesso lo si assaggia negli aperitivi ed è proprio cosi che ne sono venuta a conoscenza, una sera d’estate di un bel po’ di anni fa, ad una manifestazione di jazz a Villa Celimontana a Roma, è stato amore a primo Falafel.

Io le accompagno con la salsa allo yogurt aromatizzata in questo caso con mentuccia.

Ingredienti
250 g di ceci secchi
1 cipollotto
1 cucchiaino di cumino  macinato
un ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d’aglio
Sale e pepe qb

Una tazza di pangrattato

olio di semi di arachidi abbondande

 

 Preparazione.

24 ore prima mettete a bagno i ceci in 1/2 litro di acqua ed un cucchiaio di sale, che cambierete dopo 12 ore.

Il giorno dopo scolateli, sciacquateli ed asciugateli quindi trasferiteli dentro un mixer con l’aglio, il cipollotto, il prezzemolo, il cucchiaino di cumino, sale e pepe.

Frullate fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Trasferite in una terrina, compattate con il dorso di un cucchiaio, coprite con la pellicola e riponete per 1h in frigo.

Trascorsa l’ora iniziate a formare con le mani delle palline che schiaccerete leggermente, passate le crocchette nel pan grattato e friggetele in abbondante olio di semi bollente fino a che non sono dorate.

 Servite i falafel caldi.

Questo slideshow richiede JavaScript.