Questa passata è la passata dell’estate, delle mie estati, della mia Sicilia, della mia infanzia, della mia adolescenza, che la mia mamma preparava con tanto Amore. Ancor oggi, quando vado a trovarla, Lei mi delizia e mi coccola come un tempo, mi prepara la sua squisita passata che ho imparato a fare sin dall’età di 11 anni, ricetta tramandata da mia nonna materna. E’ una passata semplice, senza pretese, ma di una bontà incredibile che ha un profumo inebriante, fatta con pochi ingredienti uniti, a crudo e messi a cuocere nel tegame.

 

Ingredienti:

 

Pomodori piccadilly e pomodori pachino 1kg 

Cipolla rossa di tropea 1 grande

Spicchio di aglio 1

 Un mazzo di basilico fresco

Sale qb

Olio evo qb

 

Procedimento:

Lavate i pomodori e fate un taglio su ognuno di loro, lavate il basilico ed sciugatelo tamponandolo con un canovaccio, pulite ed affettate la cipolla, ponete tutti gli ingredienti dentro un tegame, mettete il sale e una girata di olio, accendete il fornello al minimo, coprite con il coperchio e fate cuocere.

Quando i pomodori saranno appassiti e ben cotti, passateli con il passa verdure a fori stretti.

Se la passata dovesse risultare troppo liquida, rimettete il tegame sul fuoco fino a raggiungere densità desiderata.

Uso questa passata come condimento principale che accompagno alla pasta con le melanzane fritte, lo uso anche come base della” Pasta Arriminata” alias ”Pasta fuori dalla norma” o come base per molti altri piatti che presto troverete sul mio blog. Buon Appetito!!!  😉

Questo slideshow richiede JavaScript.