Finalmente posso cucinare questo grande prodotto Poggiolini Pasta.

Un cappello di pasta all’uovo al nero di seppia che racchiude una eccezionale crema di burrata con sopra un gamberetto, in galleria ho inserito le foto che mi hanno mandato dal laboratorio Poggiolini pasta per farvi vedere di cosa sto parlando.

Ricetta per 4 persone

 Una confezione da 500 gr

12 gamberi abbattuti

10 pomodori pachino

½ tazzina da caffe di brandy

 Basilico qualche foglia

1 carota

2 cipolle

1 costa di sedano

Preparazione

Fate un brodo vegetale, utilizzate una cipolla, una carota ed il sedano.

Sciacquate i gamberi, staccate le teste, togliete il carapace ed eliminate il filetto di intestino dalla coda. 

Preparate un soffritto con olio, aglio e la cipolla mezzo peperoncino poi aggiungete le teste degli gamberi e dopo qualche minuto sfumate con brandy.

 Fate evaporare ed aggiungete i pomodori precedentemente lavati e tagliati, aggiungete un paio di mestoli di brodo vegetale. Durante la cottura, se necessario, aggiungete ancora altro brodo vegetale.

Cuocete per 40 minuti a fiamma bassa quindi spegnete e con un minipimer frullate il tutto fino ad ottenere una crema, ora con un colino a maglie fitte, filtrate il frullato ed otterrete una vellutata.

 Cuocete i cappellacci, rispettate i tempi di cottura, nel piatto versate la bisque e sopra adagiatevi i cappellacci, unite i gamberi fatti insaporire precedentemente con olio evo, sale e pepe nero, ponete qualche fogliolina di basilico un po’ di pepe e servite.