Tortelli al pecorino di Pienza “Poggiolini” con burro alici e zucchine

Non vedevo l’ora di cucinare nuovamente i Tortelli al pecorino di Pienza Di Poggiolini, e l’ho fatto facendo incontrare nello stesso piatto 3 regioni che io amo, la Toscana, il Lazio e la mia adorata Sicilia, rivisitando un piatto della mia famiglia che ho già pubblicato nella rubrica “presto fatto”.  E’ iniziato il periodo delle zucchine romanesche e questa volta il pecorino lo troviamo all’interno del tortello. Cosa c’è di più buono da abbinare con le zucchine ed il pecorino?  Burro e alici !!!     Provare per credere, ottima accoppiata, ho ottenuto un piatto di grande carattere ed allo stesso tempo molto delicato!

 

Ingredienti per 4 persone

Una confezione da 500 g di TORTELLI AL PECORINO DI PIENZA “POGGIOLINI”

http://www.poggiolini.it/

Alici sott’olio 4

Aglio 1 spicchio

Burro 50 g

Mentuccia romana, qualche foglia

Zucchine romanesche 5 medie 

Olio di semi di arachide per friggere le zucchine

Sale qb

Preparazione:

Lavate spuntate ed affettate le zucchine a rondelle non troppo spesse, fatele friggere in abbondante olio di semi, non fatele scurire, appena dorate scolatele ed adagiatele in un piatto con della carta assorbente.   In una padella fate sciogliere il burro e fate dorare l’aglio intero scamiciato.

 Quando l’aglio si sarà dorato spegnete e fate sciogliere le alici, dopo fate cuocere i tortelli in acqua bollente salata, rispettate i tempi di cottura riportati sulla confezione.

Scolate e saltate i tortelli nella padella con il burro, le alici e le zucchine, date una spolverata di mentuccia che avrete precedentemente lavato, asciugato e tritato.

Impiattate  e servite… buon appetito. 😉

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ravioli agli asparagi “Poggiolini” con salsa allo zafferano e salsiccia di Norcia

Per cucinare questo eccellente prodotto, ho aspettato l’ispirazione che è arrivata da un precedente piatto già pubblicato.

Quale modo migliore per esaltare la delicatezza dell’asparago se non con lo zafferano e la salsiccia di Norcia?

Presto fatto! … risultato eccellente!!!

Ingredienti per 4 persone 

Ravioli agli asparagi Poggiolini 2 confezioni da 500 g   http://www.poggiolini.it/

Salsicce di Norcia 3

Panna fresca 100 ml

Zafferano 0,10 g in fili o in polvere

Vino bianco 100 ml

Scalogno 1

Parmigiano reggiano qb

Sale qb

Pepe qb

 

Preparazione

Stemperate lo zafferano nella panna liquida appena stiepidita.

Togliete la salsiccia dal budello ed in un piatto lavoratela con la forchetta.

Tagliate lo scalogno e fatelo soffriggere con olio evo, unite la salsiccia e fatela rosolare per bene quindi sfumate con il vino bianco, quando sarà ben evaporato, unite la panna con lo zafferano, fate cuocere per qualche minuto poi spegnete.

Fate cuocete i ravioli in acqua bollente e salata, rispettate i tempi di cottura riportati in confezione, scolateli e metteteli nella padella con il condimento quindi saltate il tutto con il parmigiano.

Impiattate, spolverate con del pepe macinato fresco.

Sono davvero strepitosi!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ciambellone al pesto e zucchine

Come vi ho già accennato, sono un’accumulatrice seriale di riviste e libri di cucina, questa è una ricetta che ho trovato in una rivista del settore, come mia consuetudine l’ho fatta mia modificando alcune procedure ed ingredienti rispettando sempre’ i gusti del mio piccolo ometto, che in questo caso ha decisamente gradito visto che sia di pesto che di zucchine  ne va ghiotto.

Ottima idea sia per una merenda che per un aperitivo.

 

Ingredienti  di uno stampo per ciambellone di 23 cm.

Per il pesto:

Basilico 50 foglie

Pinoli 25 g

Parmigiano reggiano grattugiato 2 cucchiai

Pecorino grattugiato 1 cucchiaio

Aglio ½ spicchio senza anima

Olio evo 60 ml

 

Per il ciambellone:

Zucchine 300 g

Farina “00”  240 g

Uova 4

Latte 150 ml

Parmigiano reggiano grattugiato 120 g

Pinoli 30 g

Lievito per torte salate ½ bustina

Burro e farina per lo stampo

Sale, pepe qb

 

Preparazione

Per il pesto: sciacquate le foglie di basilico ed asciugatele tamponando con gli asciuga tutto.

Sbucciate l’aglio, togliete l’anima e prendetene ½ spicchio,

in un  tritatutto mettete  il basilico, l’aglio, i formaggi grattugiati e l’olio,  frullate fino a che

non sia diventato una crema verde.

Imburrate ed infarinate lo stampo.

Preriscaldate il forno a 180°

Per il ciambellone: grattugiate le zucchine con grattugia a fori grossi e strizzatele un po’.

In una ciotola capiente, con le fruste, lavorate le uova con il parmigiano, il latte, il pesto,

salate e pepate ed unite la farina setacciata con il lievito.

Unite le zucchine e amalgamate con una leccarda.

Versate nello stampo il composto, distribuite sulla superficie i pinoli, infornate e cuocete per 30 minuti.

Prima di toglierlo dal forno aspettate 10 minuti a forno spento.

Potete servirlo tiepido o freddo.

Buon appetito 😉

Questo slideshow richiede JavaScript.

Crostata di marmellata di arance mele mandorle e cannella

 

Questa è proprio la mia crostata! quella che più mi rappresenta, uso gli ingredienti che richiamano le mie origini! Che mi fanno sentire a casa… il profumo delle arance, della cannella e le mandorle che si tostano in forno. E’ quella che preparo se voglio fare un regalo, se ho ospiti per una merenda o se voglio coccolare La mia famiglia!
Ingredienti per una tortiera di 22 cm
Farina 00 300 g

Zucchero di canna fino 100 g

Uova 2( 1 tuorlo ed i uovo intero)

Burro 150 g

Marmellata di arance

Cannella una spolverata

Mandorle in petali 30 g

Zucchero di canna qb sulle strisce

Mele golden 2
 

Preparazione
Mettete in una ciotola la farina, lo zucchero, il burro freddo tagliato a cubetti, il tuorlo, l’uovo intero e lavorate velocemente fino ad ottenere un impasto sodo, formate una palla, avvolgete l’impasto nella pellicola e mettete a riposare per 30 minuti in frigo.

Preriscaldate il forno a 180°

In una spianatoia spolverate la farina 00 , prendete la palla di frolla e tagliatela in due parti, una decisamente più grossa dell’altra, la metà più grossa spianatela con il mattarello, cercate di dare la forma tonda della tortiera ma  più larga di 3 cm, arrotolate la pasta sul mattarello ed adagiatela sulla tortiera imburrata ed infarinata precedentemente, se volete potete stendere la pasta sulla carta da forno e trasferire il tutto nella tortiera, punzecchiate con la forchetta la pasta e spalmate la marmellata, adagiatevi le mele sbucciate ed affettate finemente, spolverate con la cannella ed i petali di mandorle.

Con il mattarello passate sul bordo della teglia in modo che la pasta in accesso venga tagliata, o rifilate con la rotella zigrinata, prendete i ritagli e uniteli all’altra metà della palla di frolla che spianerete.

Tagliate le strisce larghe circa 1 cm e ½ ed adagiatele,  incrociatele alternandole sulla tortiera. Ritagliate l’eccesso di pasta delle strisce ed infornate a 180° per 30/40 minuti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tortelli al pecorino di Pienza “Poggiolini” con crema di fave fresche e guanciale

Questi tortelli mi hanno subito ispirato alcuni ingredienti: il pecorino sposa benissimo con le fave e le fave chiamano il guanciale, ma stavolta il pecorino è all’interno del tortello, diventando il cuore del piatto…!!!

Ingredienti per 4 persone

Una confezione di tortelli al pecorino di Pienza Poggiolini http://www.poggiolini.it/

Fave 2 kg da pulire

Scalogno 1

Olio evo qb

Bicchiere di vino bianco ½

Guanciale 300 g

Pecorino un spolverata facoltativa

sale qb

Pepe qb

Preparazione

Sbucciate le fave ed eliminate anche l’ultima pellicola del seme.

Tagliate a cubetti il guanciale, affettate lo scalogno finemente, 

Fate soffriggere lo scalogno, unite le fave, rosolate bene a fiamma viva, aggiungete una tazzina di acqua coprite ed abbassate la fiamma , fate cuocere per alcuni minuti.

In una padella fate rosolare il guanciale rendetelo croccante e sfumate con il vino bianco.

Prendete ¾ delle fave cotte e frullatele con un frullatore ad immersione fino a farle diventare una crema.

Mettete le fave non passate nella padella del guanciale accendete il fuoco.

Fate bollire l’acqua, salatela, mettete a cuocere i tortelli rispettando i tempi di cottura, versate i tortelli nella padella e saltate con il guanciale e le fave.

Aggiungente l’acqua di cottura nella crema di fave e per ogni piatto fate un letto di crema dove adagerete i tortelli, le fave ed il guanciale con il suo sugghetto.

Se vi va, io l’ho fatto, aggiungete una spolverata, un non nulla di pecorino (io ho usato quello di Pienza) e servite. Buon appetito 😉

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pan brioche salato con salumi e formaggio

Il mio Pan brioche  è il frutto di diverse ricette provate, un pò prese dalle mie innumerevoli riviste ed altre prese dalla rete.

Lo faccio sempre in prossimità delle feste di primavera ed è anche uno svuota frigo! Infatti uso i formaggi ed i salumi che devo affrettarmi a consumare.

Dosi per uno stampo da plumcake di 30 cm di lunghezza, 10 cm di larghezza e 7,5 di profondità

Farina manitoba 300 g

Uova grandi 2

Burro sciolto 75 g

Latte 75 g

Zucchero 75 g

Lievito di birra fresco 1 panetto da 25 g

Prosciutto cotto 100 g,  una fetta alta

Pancetta 70 g ,  una fetta alta

Gruviera 100 g, una fetta alta

Parmigiano grattugiato 50 g

Pecorino grattugiato 50 g

Sale 4 g

 

Procedimento

Cubettate i salumi ed il formaggio.

Sciogliete il burro a fiamma molto bassa.

Nella planetaria versate: la farina setacciata, le uova battute, il burro sciolto, il lievito sciolto nel latte tiepido e lo zucchero, iniziate ad impastare con il gancio a spirale a velocità 1.

Inserite anche i formaggi grattugiati ed il sale, quando l’impasto sarà liscio ed elastico, accorpate anche i salumi ed il formaggio.

Imburrate lo stampo del plumcake e versatevi l’impasto che porrete a lievitare dentro il forno spento, con la luce accesa per 2 ore.

Trascorse le 2 ore, mettete in forno preriscaldato a 200° per 15 minuti, poi abbassate a 180° e cuocete per altri 15 minuti.

Se volete la superficie lucida, spennellate con uovo battuto prima di infornare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gnocchi tricolore “Poggiolini pasta fresca” con vongole e funghi porcini”

 

Per chi non ha tempo e voglia di impastare consiglio vivamente gli Gnocchi Poggiolini , ottimi! sembrano fatti in casa.

Gli gnocchi tricolore si sono rivelati davvero molto buoni e devo dire che il connubio con i porcini e vongole è stato davvero ottimo!!

 

Ingredienti per 4 persone

Gnocchi tridolore Poggiolini 2 confezioni da 500 g www.poggiolini.it

Vongole veraci 1 kg

Funghi porcini 200 g

Olio evo qb

Alio 1 spicchio

Peperoncino 1

Sale qb (anche se io quando uso le vongole non uso sale ma sfrutto la sapidità di queste)

Prezzemolo un ciuffetto

 

Preparazione

Sciacquate abbondantemente sotto acqua corrente le vongole, fatele aprire in un tegame coperto a fuoco medio, toglietele dal fuoco e sgusciatene la metà, io ho sgusciato le più piccole, ponetele tutte in una terrina con la loro acqua che avrete filtrato.

In una capiente padella fate soffriggere  l’olio con  aglio  ed il peperoncino quindi  rosolate i funghi porcini affettati, unite  l’acqua delle vongole e lasciate cuocere qualche minuto.

Lavate, asciugate e tritate il prezzemolo.

Mettete a bollire l’acqua con poco sale e tuffatevi gli gnocchi, appena salgono su scolateli con la schiumarola e trasferiteli nella padella,  unite le vongole, saltate il tutto, aggiungete il prezzemolo e del pepe macinato fresco, impiattate e servite!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

CIAMBELLONE GLUTENFREE SENZA LATTOSIO CON FARINA DI RISO E YOGURT DI SOIA

Questo Ciambellone nasce da una chiacchierata con una mia conoscenza che mi ha chiesto se avevo qualche ricetta senza glutine e senza lattosio, mi è venuto subito in mente la ciambella sette vasetti, ho sostituito la farina 00 con la farina di riso e lo yogurt con quello di soia

il risultato?

Un ciambellone soffice e gustoso, provare per credere! 😉

Grazie a questa mia conoscenza ho scoperto sapori nuovi…e mi sto avvicinando con curiosità alle ricette per le intolleranze alimentari …

Ingredienti per uno stampo da 22 cm di diametro

1 Vasetto di yogurt di soia bianco
2 Vasetti di farina di riso
1 Vasetto di amido di mais
2 Vasetti di zucchero
1 Vasetto di olio di semi (io ho usato girasole)
1 Bustina di lievito per dolci
3 Uova

Semi di bacca di Vaniglia ½

burro vegetale per inburrare la tortiera

Preparazione

Montate le uova con lo zucchero, poi aggiungete lo yogurt, i semi di bacca di vaniglia, la farina setacciata con l’amido e il lievito ed infine l’olio.

Io ho montato il tutto nella Planetaria, prima uova e zucchero per 5 minuti, poi ho aggiunto gli altri ingredienti continuando a montare per altri 7 minuti, deve prendere tanta aria.
Versate l’impasto in una tortiera (la mia è di 18 cm di diametro) imburrata e infarinata, cuocete

a 180 °C per 40 minuti e lasciate raffreddare in forno.

Sformare e spolverare con zucchero a velo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Carbonara di asparagi con Tagliolini Paglia e Fieno “Poggiolini Pasta Fresca”

Sapori di Primavera per Pasqua, i tagliolini paglia e fieno di “Poggiolini Pasta Fresca “

mi hanno ispirato questo piatto.

Ho pensato di usare gli asparagi e le uova elementi principi di questo periodo, ed un altro ingrediente che io amo tanto il castelmagno!
Ingredienti per 4 persone
Una confezione da 500 g di tagliolini paglia e fieno  Poggiolini  www.poggiolini.it

Asparagi selvatici 500 g

Tuorli 4

Porro 1 (la parte bianca)

Castelmagno 70 gr

olio evo qb

sale qb

pepe qb

Preparazione

Sciacquate gli asparagi e scottateli in acqua bollente salata, devono essere ancora croccanti quando li scolate, tagliate le punte e mettetele da parte ( con il resto conservate per un’altra ricetta a breve scadenza).

In una capiente padella fate rosolare il porro affettato, unite le punte degli asparagi e saltate, abbassate la fiamma e cuocete per qualche minuto ancora.

In una capiente ciotola battete i tuorli con il castel magno grattugiato, quando poi gli asparagi si saranno freddati uniteli ai tuorli.

Tuffate nell’acqua degli asparagi  i tagliolini, cuoceteli rispettando i tempi di cottura riportata nella confezione, se vi piace la cottura molto al dente scolateli dopo due minuti ed abbastanza fluidi, versateli nella ciotola con l’uovo e gli asparagi, mescolate e se necessario aggiungete dell’acqua di cottura.

Impiattate, grattugiate altro castelmagno del pepe e servite!

Ps buon appetito 😉

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tortelli di burrata “Poggiolini Pasta Fresca” con gambero blu e datterini

La bontà, la genuinità e la particolarità di questi tortelli ripieni di burrata mi hanno portata ad accostarli ad un sughetto di datterini e gamberi blu … il risultato è stato un esplosione di gusto dove ogni elemento è equilibrato.

 

Ingredienti per 4 persone

Una confezione da 500 g di tortelli di burrata Poggiolini    http://www.poggiolini.it/

Gambero blu di mazzara 20

Pomodori datterini 250 g

Aglio 2 spicchi d’aglio

Peperoncino 1

Vino bianco ½ bicchiere

Sale qb

Prezzemolo un ciuffetto

Pepe qb

 

Preparazione

Pulite, sgusciate e sciacquate i gamberi, staccate le teste e mettetele da parte, togliete il carapace ed il filetto nero interno.
Lavate i pomodorini e divideteli in due,
sbucciate l’aglio e fatelo rosolare insieme al peperoncino in una capiente padella, aggiungete le teste dei gamberi, fate insaporire e sfumate con il vino bianco, quando quest’ultimo è ben sfumato, unite i pomodorini e fate cuocere, schiacciate le teste dei gamberi, quando il sugo si è ristretto toglietele.

Portate ad ebollizione abbondante acqua, salatela, cuocete i tortelli rispettando i tempi riportati nella confezione, riaccendete la fiamma del sugo, scolate i tortelli, metteteli nella padella con il sugo e unite i gamberi, saltate il tutto con una una spolverata di prezzemolo tritato e pepe fresco macinato al momento.

Impiattate e… buon appetito 😉

Questo slideshow richiede JavaScript.

ps sono cosi buoni che li ho mangiati piano piano… 😉