Questo piatto l’ho mangiato ad una delle osterie più rinomate di Città della Pieve, mi è piaciuto tantissimo e mi sono ripromessa di farlo a casetta mia…presto fatto!

Ho usato lo zafferano in fili del consorzio di Città della Pieve, un prodotto eccezionale, con il quale ho scoperto si possono fare infinite cose.

 
Ingredienti per 4 persone

Riso carnaroli 350 g

Zafferano in fili 0,10 g

Asparagi selvatici un mazzetto

Burro 70 g

Parmigiano da grattugiare 80 g

Brodo vegetale 1l

Sale fino qb

Scalogno 1

Pasta di salsiccia 250

Pepe macinato fresco qb

 
Preparazione

Per lo zafferano ho seguito le indicazioni del consorzio.

Se avete tempo: Mettete in infusione i fili di zafferano in poca acqua calda o brodo per almeno 3 ore.

Se siete di fretta: Mettete i fili di zafferano su una superficie preriscaldata (una padella antiaderente su un fuoco) e tostate leggermente sino a far diventare i fili friabili (circa un minuto). Mettete lo zafferano cosi trattato tra due fogli di carta da forno e sminuzzatelo battendolo con un cucchiaio, è cosi pronto all’uso, potete metterlo ad infusione per 10/15 minuti o aggiungerlo direttamente.

Io avevo tempo e quindi ho optato per l’infusione dei fili.

Preparate il brodo vegetale con un litro di acqua , una cipolla, una costa di sedano ed una carota, sale.

Pulite gli asparagi, eliminando la parte inferiore dura, lavateli accuratamente, fateli scottare per 5 minuti in acqua bollente, scolateli.

Tenete le punte da parte, il resto dei gambi tagliateli a pezzettini.

Tritate lo scalogno e fatelo soffriggere in un tegame con un filo d’olio, unite la pasta di salsiccia, fate rosolare per bene e sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco, quando il vino sarà evaporato completamente unite gli asparagi, lasciateli insaporire, spegnete e coprite, lasciate al caldo.

In una risottiera o padella antiaderente e capiente, tostate a secco il riso, quindi aggiungete il brodo vegetale caldo e fate cuocere irrorando all’occorrenza con il brodo, dopo 5 minuti aggiungete il condimento della salsiccia con glia sparagi e continuate la cottura, dopo 10 minuti unite l’acqua con lo zafferano ed i fili e continuate a cuocere, bagnando sempre con il brodo, trascorsi i minuti di cottura richiesti dal riso spegnete, mantecate con il burro ben freddo ed il parmigiano, impiattate, usate le punte degli asparagi che avete messo da parte per decorare il piatto, spolverate con il pepe macinato fresco e servite,

buon appetito 😉

Questo slideshow richiede JavaScript.