Che passione per questo risotto, gustato per la prima volta poco tempo fa in un ristorante sul mare a Sabaudia, mi è piaciuto cosi tanto che ho voluto replicare pochi giorno dopo a casa, il risultato è stato decisamente positivo.

Ingredienti per 4 persone

320 di riso Carnaroli

16 gamberi rossi abbattuti

50 gr di pecorino romano

50 gr di parmigiano reggiano

40 gr di burro

Pepe

Olio qb

1 carota, 1 cipolla, una costa di sedano

 

Preparazione

Pulite i gamberi, eliminate il carapace, togliete il filetto nero e con un coltello fatene una tartare.

Fate un brodo vegetale, utilizzate una cipolla, una carota ed il sedano.

In un tegame versate il riso e fatelo tostare a secco, quando iniziate a sentire l’odore della tostatura aggiungete 2 o 3 mestoli di brodo.

Aggiungete poco alla volta il brodo vegetale fino a finire la cottura del riso.

Spegnete il fuoco quando il riso è ancora al dente e mantecate con burro, olio, pecorino e parmigiano.

Nel piatto ponete: il risotto ben mantecato e caldo e sopra la tartare di gamberi e lateralmente una striscia di pepe.

Io L’ho impiattato cosi perchè in questo modo si ha la possibilità di assaggiare distintamente ed in assoluto sia il risotto che la tartare per poi farli amalgamare  e fondere insieme in un’unica cosa dal sapore stupefacente 😉

Questo slideshow richiede JavaScript.