Questa è una mia variazione alla pasta con spada e melanzane, ho voluto cucinare l’ombrina ed aggiungere un nuovo ingrediente: il peperone. Ho giocato con i colori caldi e freddi degli ingredienti e con il loro sapori contrastanti. Il risultato ha soddisfatto le mie aspettative… spero anche le vostre.

Ingredienti per 4 persone:
Ombrina 320gr ( 2 fette di ombrina grande)
Peperone rosso 1
Peperone giallo 1
Melanzana nera e lunga1
Aglio 1 spicchio
cipolla rossa di tropea un quarto
olio evo
vino bianco
Mentuccia romana un mazzetto.
Olio di semi di arachidi per la frittura della melanzana.

Preparazione
Lavate con cura la melanzana, tagliate via le estremità e poi fatela a dadini,
friggete la melanzana in abbondante olio di semi di arachidi, con una schiumarola scolatela e poggiatela in un piatto con carta assorbente.
Pulite il pesce, spinatelo, sfilettatelo e cubettatelo.
Lavate e pulite i peperoni, togliete la parte bianca interna ed i semi, quindi affettateli.
In una capiente padella fate rosolare lo spicchio d’aglio, la cipolla precedentemente affettata con l’olio extravergine d’oliva, aggiungete i peperoni, lasciate cuocere per 10 minuti a fuoco moderato, aggiungete l’ombrina, fate rosolare e sfumate con il vino bianco, mettete il sale e un pizzico di pepe, lasciate evaporare e cuocete per altri 10 minuti sempre a fuoco moderato, se si dovesse asciugare troppo aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta.
Quando il tutto è cotto unite anche le melanzane fritte e qualche foglia di mentuccia spezzettata con le mani.
Cuocete in abbondante acqua salata la pasta, scolatela al dente e saltatela con il condimento e altra mentuccia, completate con una spolverata di pepe macinato fresco.

Questo slideshow richiede JavaScript.