Mamma Rosa, era la mamma di mio marito, una donna di altri tempi, una grande donna del sud, una donna Pugliese con la sua cucina genuina, semplice, contadina, quella cucina dove esisteva una sola legge: “non si butta via nulla, il cibo va riciclato”

Questo è un piatto di recupero, i carciofi li ho usati per fare un primo piatto invece i gambi li ho messi da parte ed avendo del pane raffermo l’ho aggiunto alle uova che nel mio frigorifero non mancano mai.

 

Ingredienti per 4 persone

8 uova

100 gr di grana padano

250 gr di pane raffermo

Sale qb

12 gambi di carciofi

Prezzemolo una bella manciata.

Procedimento:

Pulite i gambi eliminando la parte esterna più dura, poi tagliateli e metteteli in padella con uno spicchio d’aglio, un po’ d’ olio evo e saltate infine spegnete.

In una terrina battete le uova, aggiungete il grana, il sale, il prezzemolo precedentemente lavato strizzato e tritato.

Prendete il pane raffermo ed utilizzate solo la mollica che bagnerete nell’acqua, strizzatela, sminuzzatela ed unitela all’uovo e continuate a girare.

In una padella antiaderente versate poco olio evo, versate il composto e fate cuocere a fiamma bassa e coprite, quando si sarà addensato il composto, giratelo con un coperchio e continuate la cottura.

Una volta cotto adagiatelo in un piatto da portata.

La bontà vi stupirà!

Questo slideshow richiede JavaScript.