Finger Mediterranei

Questo piatto è il frutto di un enorme divertimento in cucina con mio Marito, con il quale condivido la passione per la cucina.

Anche questo piatto, nasce in seno alla “Pasta alla Norma”… abbiamo usato gli stessi ingredienti, trattandoli in maniera completamente diversa.

Con i pomodori abbiamo fatto una concassè, con il basilico un pesto, mentre le melanzane che solitamente stanno fuori e sopra la pasta, le abbiamo invece inserite all’interno del pacchero precedentemente fritto.

Il risultato è stato strepitoso, abbiamo ottenuto quello che volevamo, un piatto bello da vedere, buono e sfizioso da mangiare.

 Ingredienti per 4 persone

Paccheri trafilati a bronzo 20

Pomodori pachino 600 g

Melanzana nera e lunga 2

Ricotta salata 100g

Olio evo qb

Pepe macinato fresco qb

Aglio spicchio 1

Mandorle pelate 4

Basilico un mazzo abbondante

Pecorino 1 cucchiaio

Parmigiano 1 cucchiaio

Sale qb

Olio di semi per friggere

Preparazione

per la concassè di pomodori:

lavate ed asciugate i pomodori, incidete la buccia e passateli qualche istante nell’acqua bollente eliminate i semi, ricavate solo la polpa e riducete ad una dadolata che condirete con sale, olio evo, basilico sminuzzato a mano ed una spolverata di pepe macinato fresco

Per le melanzane:

Lavate con cura e tagliate via le estremità e poi tagliate a fiammifero (la lunghezza deve essere come quella del pacchero). Trasferite le melanzane in una bacinella con acqua ed abbondante sale grosso, poggiate su di esse un piatto, quindi un peso, per tenerle ben pressate tra loro e lasciatele così per una mezz’ora, in questo modo perderanno il sapore amarognolo, se le melanzane sono state appena colte si può evitare questo passaggio.Strizzatele bene e friggetele in abbondante olio di semi di arachidi, appena dorate scolatele con la schiumarola e poggiatele in un piatto con carta assorbente.

Per il pesto:

Nel bicchiere del minipimer mettete il basilico bel lavato ed asciugato, le mandorle pelate, il pecorino, il parmigiano, olio evo abbondante e mixate fino ad ottenere la classiaca consistenza del pesto.

Cottura dei paccheri:

Portate a bollore l’acqua, salatela e tuffatevi i paccheri, fateli cuocere per pochissimi minuti, devono essere ancora duri ,scolateli ed adagiateli in un vassoio con carta assorbente.

Adesso il passaggio critico, la frittura del paccchero.

Il pacchero deve essere asciutto, prendetelo ed all’interno ponetevi le pinze da cucina, se ne siete sprovvisti va bene la forchetta.

Immergete il pacchero nell’olio bollente, quando sarà dorato, scolatelo su carta assorbente, fate attenzione quando estraete la forchetta, potrebbe essersi incastrata al pacchero.

La pinza o i denti della forchetta evitano che il pacchero in frittura, gonfiandosi si chiuda.

Composizione del piatto.

riempite i paccheri con la concassè di pomodori, i fiammiferi di melanzane, nel piatto adagiate un letto di pesto e poggiatevi verticalmente i paccheri, spolverate con ricotta salata, pepe macinato fresco, usate la concassè per la decorazione … un filo di olio extravergine. Servite… e buon appetito!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *